ACCIAIO - INFORMATIVA TECNICA

 

ACCIAIO PER CEMENTO ARMATO AD ADERENZA MIGLIORATA (D.M. 9.01.96)

Acciai controllati in stabilimento Fe B 44 k Tempcore
Fe B 44 k
saldabile
Tensione caratteristica di snervamento (N/mm2) >= 430 >= 430
Tensione caratteristica di rottura (N/mm2) >= 540 >= 540
Allungamento (A5%) >= 14 >= 14
fino a 12 mm piegamento a 180 su mandrino D 4 3
oltre 12
fino a 18 mm
piegamento
a 90
su mandrino
D
e
successivo
raddrizzamento
8 6
oltre 18
fino a 25 mm
10 8
oltre 25
fino a 30 mm
12 10
Tensione ammissibile (D.M. 09.01.96 art.1) (N/mm) 255 255
Saldabilit Non garantita Garantita

 

BARRE

mm
PESO
kg/m
Tolleranze
% sulla sezione
Mandrino
Diametro in mm
8 0,395
±8
96
10 0,617
±8
120
12 0,888
±8
144
14 1,208
±6
168
16 1,578
±6
192
18 1,998
±6
216
20 2,466
±6
240
22 2,984
±5
264
24 3,551
±5
288
26 4,168
±5
312
28 4,834
±5
336
30 5,549
±5
360
32 6,313
±5
384
Caratteristiche dell' acciaio Fe B 44k:
Tensione caratteristica di snervamento 430 N/mm²
Tensione caratteristica di rottura 540 N/mm²
Allungamento A5 12
Tensioni ammissibili 255 N/mm²

La normativa italiana non dice quasi nulla sulle modalità di sagomatura. L'unico accenno è il punto 613 del DM 09/01/96 ove indica che il raggio di curvatura delle pieghe deve essere pari a 6Ø.
L' EC2 invece detta alcune regole riguardo le tolleranze di taglio ed il diametro di mandrini di piegature.

Tolleranze

La normativa italiana non parla esplicitamente delle tolleranze di taglio e sagomatura delle barre. Il richiamo è tuttavia implicito in quanto essa impone dei copriferri minimi da rispettare.

Per quanto riguarda l’Eurocodice 2 viene precisata, anche in questo caso, l’assoluta necessità del rispetto dei valori minimi del copriferro. Vengono comunque esposte in una tabella quelle che devono essere le tolleranze minime consentite:

per L £ 150 mm : DL = ± 5 mm
per L = 400 mm : DL = ± 15 mm
per L ³ 2500 mm : DL = ± 30 mm

con interpolazione lineare per altri valori di L.

Mandrini

Al punto 6.1.3. il D.M. del 09/01/96 specifica esclusivamente che nelle piegature, le barre piegate devono presentare un raccordo circolare di raggio non minore di sei volte il diametro della barra stessa.

Per quanto riguarda invece la normativa europea (Eurocodice 2), essa prescrive un tipo di calcolo dei mandrini più articolato, basato non sul diametro delle barre interessate ma sui valori dei ricoprimenti minimi. In particolare si estrapola la seguente tabella valida per le barre piegate ad aderenza migliorata:

Valore del ricoprimento minimo, normale al piano di piegatura > 100 mme > 7 Ø > 50 mme > 3 Ø £ 50 mme £ 3 Ø
Diametro minimo mandrino 10 Ø 15 Ø 20 Ø

TONDO IN BARRE (Fe B44k)

 COMPOSIZIONE CHIMICA DI COLATA
 

Standard di riferimento

Limiti C % P % S % N % Ceq %

 DM 9/01/96
 EN 10080

max 0.22 0.050 0.050 0.012 0.50

 
 CARATTERISTICHE MECCANICHE E DIMENSIONALI

Standard di riferimento

Classe
acciaio
Gamma mm Tol.
peso %
Tol.
lungh.
Re min
N/mm
Rm min
N/mm
Rm/Re
min
Limite over strenght A5
min %
Agt
min %
Piega
α, k

 DM 9/01/96

FeB44k 5  26 10 5 - 430c 540c 1.13m <1.35 12 - note

 EN 10080

B450C 6 40 4.5 0/+100 450c - 1.15c <1.35 - 8c note

 

 Note: - c - val. caratteristici;

           - m - val. medio

 

 Nella prova di piega D mandrino=k*d, per d≤12mm prova di piega

 α = 180 e k=4, per d>12mm prova di piega

 α = 90 e ripiega di 20 dopo invecchiamento, per d=1418 mm il k=8, per d=2025 mm il k=10, per d >=26 mm il k=12.